Il mistero della statua antica di S. Francesco di Paola

La nostra chiesa non possiede opere artistiche o di interesse storico, essendo di recente costruzione, tuttavia dalla vecchia chiesa è stata riportata l’antica statua di San Francesco di Paola.

Questa, dopo tanti anni rinchiusa in una nicchia in sagrestia, è stata riportata all’ “aria aperta” da un idea mia e di Tonino nel 2006 prima dell’arrivo di Don Peppe. Da lì non ha avuto più tregua! Prima ha trovato posto nella nuova sagrestia e poi nell’ufficio parrocchiale. L’8 maggio 2007 viene portata in processione a Milazzo, nella quale è stata anche portata a mare per la tradizionale processione della “BERRETTELLA”.
Da quel giorno non si avevano più sue notizie. Che fine ha fatto la Statua di San Francesco di Paola (S. Francesco u Piccittu, come viene chiamata in parrocchia)?!? Voci di popolo affermavano che la statua fosse sparita, regalata o addirittura venduta… tutti si accontentavano di credere a quello che si vociferava, ma nessuno mai è andato a chiedere al diretto interessato, Don Peppe, lui avrebbe semplicemente risposto: “è al restauro”. Miracolosamente ricompare nel suo antico splendore durante la S. Messa delle 19.00 del 2 aprile 2008.

Dal restauro è emerso che la statua è stata costruita da Matteo Trovato detto “U Stataru” nel 1907. Alla base è stata trovata la seguente scritta “STATUA ESEGUITA DA TROVATO MATTEO – S. ANTONIO 1907”. Lo scultore nacque a Barcellona nel 1870 ed è vissuto a Sant’Antonio. Sin da bambino amava modellare con la creta statuine di pastori e soggetti diversi. Il padre avrebbe voluto che diventasse calzolaio, ma la sua passione per la scultura lo portò a diventare un abile scultore, molto noto nell’epoca in cui visse, tanto che non è difficile trovare le sue opere nei paesi della provincia. Morì il 30 gennaio 1949. Tra le sue opere, altre due statue di San Francesco di Paola conservate nelle chiese di Monforte San Giorgio e nella chiesa Madre di San Pier Niceto, la Madonna del Tindari dei Basiliani, S. Antonio da Padova a Capo Milazzo e tante altre.

Si racconta che, essendogli morta una figlioletta a 4 anni, ne abbia voluto conservare il ricordo, modellando ai piedi dell’Immacolata, conservata nella Chiesa di S. Antonio Abate a Barcellona P.G., il volto dell’angioletto.

Pages: 1 2

About celestina80